Clicca questa pubblicità: copre in minima i nostri costi e non implica la condivisione dei contenuti

Nutrizione salutare

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Nutrizione salutare

Possa il tuo cibo essere la tua medicina

Metalli per protesi dentarie: pericolo!

2 marzo 2014   http://www.sante-nutrition.org/metaux-de-prothese-dentaire-danger/

I metalli comunemente usati nella protesi dentaria non sono così innocui come si dice. Fortemente regolamentato soprattutto in gioielleria, alcuni sono presenti in quantità in bocca alla stragrande maggioranza delle persone.

Dall'orecchino, al perno dei denti, il nichel, un metallo allergenico è ovunque: nella lega di bigiotteria, bottoni di jeans, cinturini, monete, in oligoelementi ...

Questo metallo da solo produce più reazioni allergiche di tutti gli altri metalli. Ma è in lega con cromo, cobalto, metalli semipreziosi nella maggior parte delle protesi fisse o rimovibili come perni dentati, corone e ponti, protesi scheletriche su cui sono montati i denti falsi, ecc ... per non parlare ancora problemi di corrosione.

Metalli e allergie

Attualmente, nei nostri paesi industrializzati, una persona su due deve avere il nichel in bocca, il che causerebbe, in molti di essi, senza identificare la causa, reazioni allergiche come prurito, arrossamento della pelle. gengive, secchezza o bruciore in bocca e, a distanza, eczema e dermatiti.

È ancora difficile dimostrare la tossicità o la possibile reattività di alcuni metalli presenti in bocca. È noto, tuttavia, che le concentrazioni di nichel si trovano nelle ossa e nei tessuti adiacenti ai denti parzialmente sostituiti con quest'ultimo. Quando testiamo il comportamento di alcune leghe dentali in un'autoclave, in un bagno di saliva umana, possiamo vedere che il nichel si sta diluendo ...

Metalli e cancerogenicità

Negli ultimi anni, l'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) ha classificato i metalli in due grandi categorie: in primo luogo, i metalli con proprietà cancerogene, dimostrati o possibili nell'uomo, e in secondo luogo, i metalli non classificati per le loro proprietà cancerogene.

I metalli nella prima categoria rappresentano un rischio potenziale quando vengono utilizzati come biomateriali, in particolare se collocati in leghe dentali chimicamente instabili.
Nella prima categoria troviamo metalli mutageni come il nichel (ei suoi derivati) e il cobalto.
Oro, rame, argento, zinco e platino sono non classificati o senza rischi evidenti.
Nessuno reagisce allo stesso modo a un'aggressione del suo corpo.
Tutti possono, un giorno o l'altro, soffrire di una reazione che potrebbe essere pericolosa per il loro stato di salute. Gli effetti di un prodotto o di una sostanza nel corpo possono non apparire fino a molto tardi dopo l'assorbimento.

Oggi sappiamo che un gran numero di malattie sono principalmente causate dall'inquinamento del corpo.

  • Il mercurio può causare tremori gravi, il suo organo preferito è il rene.

  • Il nichel, che si accumula nell'intracellulare, può portare all'alterazione cromosomica e all'ossidazione del DNA.

• Titanio e palladio sono coinvolti nella carcinogenesi.

• L' alluminio , sembrerebbe avere implicazioni per l'eziologia della malattia di Alzheimer e per alcune forme di cancro, come il linfoma e il reticolosarcoma

• Bimetallismo e correnti galvaniche

  • Quando due metalli con diverso potenziale elettrico sono immersi in un bagno galvanico, uno di essi provoca un attacco elettrochimico. Questo si dissolve e gli ioni metallici migrano l'uno all'altro.

Questo è esattamente lo stesso fenomeno osservato nella bocca del paziente associato a diversi tipi di metalli. Il mezzo orale (saliva, temperatura) agisce come un bagno galvanico, protesi scheletrica in lega non preziosa o, peggio ancora, un amalgama, ad esempio, fungerà da anodo e una corona d'oro fungerà da catodo. Una batteria viene così creata nella bocca del paziente che non si rende conto che produce energia persa a spese del suo apparato dentale.

Non solo l'intera protesi è compromessa dalla corrosione del metallo, ma la salute generale del paziente può deteriorarsi, dal semplice formicolio o sapore metallico ad altri insospettati disagi.

Dott. Eric OQUINARENA

Pubblicato in Salute . Temi: alluminio , Alzheimer , amessi.org , Bimetallismo , correnti galvaniche , Dr. Eric OQUINARENA , lacarcinogenesi , linfomi , mercurio , nichel , palladio , protesi dentarie , reticolosarcoma , titanio .

 

Aggiungi commento

I commenti sono sottoposti a filtro. Evitate per cortesia di postare messaggi incomprensibili, offensivi o non attinenti. Se è possibile presentatevi con nome e cognome reale. Per evitare spam abbiamo attivato il sistema CAPTCHA: riscrivete la parola che trovate sotto, se non riuscite ad interpretarla cliccare su "Aggiorna".


Codice di sicurezza
Aggiorna

Immagini di applicazioni odontotecniche

Scheletrato in ...
Image Detail

Team tecnico