AIPO Associazione Italiana Periti Odontotecnici
AIPO Associazione Italiana Periti Odontotecnici

allergieodontotecnica

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Rosario Muto

C.T.U. Consulente Tecnico Esperto della procura nazionale

 

Lo zirconio ? la zirconia, le verità e le mille bugie per produrre solo interessi e far ammalare il prossimo.
Tutto quello che l'uomo costruisce, tutto quello che l'industria costruisce ha sempre di base la chimica in tutte le salse e forme e combinazione di elementi di origine atomica e /o come nano tecnologia di cui queste formulazioni sono molto delicate strugenti, dando al materiale stesso una duttilità ma soprattutto dissolubilità. La comunità scientifica millanta ed è complice di parte al solo ordine di interesse, in internet non fanno altro che raccontare bugie di ogni genere. La zirconia non è una ceramica, è un agglomerato di ossidi metallici ricavati da sacche di uranio. Questi ossidi non hanno una loro forza di coesione, sono tenuti insieme perché prima miscelati in polvere di silicato, vetro, poi essere inglobati attraverso e solo per fusione del vetro. Comunque è un materiali che ionizza, dissocia, si scioglie perché i liquidi umani sono molto significativi e soprattutto potenti creando una vera e propria intossicazione e di conseguenza tantissime patologie. La comunità scientifica come tutti i medici e odontotecnici non fanno altro che raccontare direttamente e attraverso internet puttanate e disinformazione a discapito del mal capitato. Lo zirconio è un minerale radioattivo di cui inutilizzabile neanche atomicamente da solo. Insieme da altri elementi può esserlo ma non come elemento con le caratteristiche atomiche ma soltanto come ossido, come metalloide ionico.
Non fa parte dell zircone e non è nemmeno resistente all corrosione, la zirconia peggio che mai. 

Comunità delle divulgazioni false.

Zirconio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
 
 Lo zirconio è l'elemento chimico di numero atomico 40 e il suo simbolo è Zr. È un metallo di transizione bianco-grigio, duro, il cui aspetto ricorda quello del titanio. È il secondo elemento del gruppo 4 del sistema periodico (collocato tra il titanio e l'afnio); fa quindi parte del blocco d, ed è un elemento di transizione della seconda serie ( periodo).

Viene ottenuto perlopiù dallo zircone ed è molto resistente alla corrosione. Le leghe metalliche di zirconio sono largamente impiegate negli impianti nucleari a causa della bassa sezione di assorbimento per i neutroni, sia come rivestimento del combustibile nucleare sia nelle strutture di sostegno del nocciolo, e inoltre per la loro resistenza alla corrosione in acqua.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Zirconio al 99,97%

È un metallo bianco-grigiastro, lucente ed eccezionalmente resistente alla corrosione. Lo zirconio è più leggero dell'acciaio (grande puttanata)ed ha una durezza comparabile a quella del rame. In forma di polvere può infiammarsi spontaneamente se è esposto ad alte temperature. Conduce bene calore ed elettricità ( per cui la sua radioattività)e ha un'elevata temperatura di fusione (circa 1800 °C). Le proprietà dipendono molto dalle impurezze, che lo possono rendere fragile e difficile da lavorare (poco duttile).

A temperature inferiori a 35 K la lega di zinco e zirconio diventa magnetica.

Nei suoi composti, lo zirconio ha solitamente numero di ossidazione +2, +3 o +4.

Applicazioni[modifica | modifica wikitesto]

L'uso principale dello zirconio è sotto forma di zircone (ZrSiO4) per materiali refrattari, sabbie da fonderia e opacizzazione della ceramica. Lo zircone è anche commercializzato come pietra preziosa, usata in gioielleria. L'ossido di zirconio può essere trattato per produrre un'imitazione dei diamanti, in campo odontoiatrico è utilizzato lo zircone cubico per realizzare protesi dentali in zirconia ( grande puttanata) con tecnologia CAD-CAM. Altri usi:

  • Lo zirconio ha una bassa sezione di assorbimento per i neutroni, proprietà che lo rende ottimo per l'impiego in materiali per il rivestimento degli elementi di combustibile destinati a impianti di produzione di energia nucleare. Più del 90% di tutto lo zirconio metallico prodotto viene usato dalle centrali nucleari sparse per il mondo. I moderni reattori nucleari commerciali possono usare fino a 150 km di tubazioni in lega di zirconio.
  • Largamente usato in chimica industriale per tubazioni in ambienti corrosivi.
  • Lo zirconio è piroforico (infiammabile) ed è stato usato in ordigni incendiari militari.
  • Il carbonato di zirconio si usa nelle lozioni contro l'edera velenosa (è un sequestrante del principio tossico del veleno).
  • L'ossido di zirconio viene usato in odontoiatria come materiale per la costruzioni di protesi fisse.
  • l'ossido viene usato nei trattamenti antiriflesso delle lenti degli obiettivi.
  • Lo zircone, ossido impuro di zirconio, è usato per fabbricare crogioli da laboratorio in grado di sopportare forti shock termici, per il rivestimento di fornaci in metallurgia e dall'industria del vetro e della ceramica come materiale refrattario.
  • I tessuti umani tollerano facilmente questo metallo, che quindi è adatto per giunti e protesi artificiali impiantabili, nonché nella realizzazione di strutture per protesi dentarie.
  • Viene usato anche per produrre scambiatori di calore, leghe speciali e come getter, ovvero come agente degasatore nelle valvole termoioniche e nelle lampadine a incandescenza.

Quando è in lega con il niobio, lo zirconio è superconduttore a basse temperature e si usa per costruire magneti superconduttori; è anche possibile che cavi di tale materiale vengano usati su larga scala nella produzione e nella distribuzione di energia elettrica.