AIPO Associazione Italiana Periti Odontotecnici
AIPO Associazione Italiana Periti Odontotecnici

allergieodontotecnica

Settore Dentale

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Medicina naturale a difesa dell’uomo IV
Ideato da Rossella de Focatiis

Venerdì 18 gennaio 2008 ore 14.30 – 18.30
Palazzo Castiglioni - Unione CTSP, Corso Venezia 49, Milano


► Il sistema di cura olistico con l’analisi delle proteine all’interno del metodo G
Flavio Gazzola – Medico, specialista in Neurologia, EAV, check-up bioelettronici, Iridologia, Visologia®, Medicina Naturale, Omeopatia, Fitoterapia,
vitalizzazione cellulare
► Salute, benessere, risparmio e guadagno con i biomagneti al silicio
Luciano Agostino Mion – Titolare del Centro di Geobiologia e Naturopatia L.A.M.
► Medicina per la malattia o medicina per la persona?
Elio Sermoneta – Medico Chirurgo, Odontoiatra Olistica, Kinesiologia, Omeopatia.
Perfezionato in medicine naturali
► Medicina antroposofica: una via per l’umanizzazione della medicina
Sergio Maria Francardo – Medico antroposofo, membro del Comitato Tecnico Scientifico di medicina complementare della Regione Lombardia.
►Come salvaguardare, secondo l’Eubiotica, la salute globale (corpo, mente e spirito), individuale e sociale
Luciano Pecchiai – Dott. Prof. Primario Patologo Emerito dell’Ospedale dei Bambini “Vittore Buzzi” di Milano. Direttore del Centro di Eubiotica Umana di Milano, Esperto di alimentazione e Medicina Naturale
►Siamo sicuri della biocompatibilità dei materiali metallici utilizzati in campo odontoprotesico? Eliminazione degli ossidi e tutela della salute
Rosario Muto - Odontotecnico, Consulente tecnico Ufficio C.T.U 893 Trib. Prato. Inventore del  TTSV.GEL per il Trattamento termico di inertizzazione cinetica delle leghe nobili, Conduttore del Brevetto internazionale, Esperto dei materiali odontoprotesici.

Si ringrazia per la realizzazione di questo evento Terziario Donna
La partecipazione è gratuita. La prenotazione è obbligatoria

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Qualità e sicurezza nell’utilizzo delle Leghe Preziose in ambito Sanitario Odontoprotesico”.

Con il passare del tempo, per Certificare la Qualità e la Sicurezza dei materiali e dei prodotti, è nato e si è affermato il marchio di certificazione CE.
Possiamo affermare che, nonostante l’ apprezzabile sforzo, a tutela del Consumatore, tale Certificazione rischia di rivelarsi viziata da ipocrisia, in quanto una parte di determinate regole purtroppo non viene rispettata. In ambito Sanitario Odontoprotesico, oltre alla violazione di determinate regole, si assiste alla mancata presa in considerazione di basilari fondamenti di Scienza Biologica.
Il Processo con il quale si ottiene una Lega, e la composizione della stessa, dovrebbe soddisfare una serie di regole che vanno al di là del mero aspetto legale ma che investe l’ aspetto scientifico delle interazioni biologiche dei materiali utilizzati. È sotto tale aspetto che le Leghe utilizzate in ambito Sanitario dovrebbero offrire la massima sicurezza e non essere fonte di preoccupazioni, se non addirittura di vere e proprie psicosi presso i pazienti, così come ci è troppo spesso capitato di osservare.
Nel 99% dei casi, le Leghe Dentali, provengono dal mercato del riciclo delle Materie Prime, ovvero, esse sono costituite da elementi di scarto dei più disparati settori artigianali ed industriali e di altrettanti disparati usi applicativi, per poi essere raffinate attraverso processi di separazione piuttosto empirici, il tutto per ottenere elementi puri. Oltre al loro valore intrinseco, questi passaggi determinano il reale valore finale e il costo di una Lega.
Ebbene, il mercato del Dentale, come tanti altri mercati, vive un momento di grande confusione sia per fattori di natura politico legislativa che economica di livello internazionale.
Tali fattori non dovrebbe certo costituire motivo valido per una caduta qualitativa dei prodotti destinati ad un settore come quello Sanitario.
Dobbiamo ammettere che, per tanti motivi, non ultimi quelli legati ad interessi particolari, i prodotti di recupero, in genere, non subiscono gli interventi di raffinazione necessari per ottenere livelli qualitativi adeguati nella preparazione delle Leghe Dentali.
Tutto questo comporta che Aziende poco serie operino in posizione di concorrenza sleale all’insaputa sia degli utilizzatori che dei fruitori finali del manufatto, cioè i Consumatori.
Allo stato attuale non appare esserci altra soluzione se non quella di tutelare i propri diritti attraverso la conoscenza e le proprie capacità intellettive, e tramite la consultazione di esperti seri e la richiesta prodotti e servizi congrui alle proprie aspettative.

Rosario Muto.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Odontotecnicanaturale propone il nuovo metodo di protesizzare con i nuovi impianti dentali in lega nobile bioinerte secondo il protocollo TTSVGEL.
Chi vuole saperne di più può telefonare al 0574 754112

Il titanio, il cromo-cobalto, la zirconia/o sono tossici, noi usiamo solo leghe nobili bioinerti!



L’Implantologia è quel ramo dell’odontoiatria che si occupa di ricostruire il patrimonio dentale perduto, nel modo più simile al reale, sia dal punto di vista estetico che funzionale. L’implantologia dentale, consiste nell’inserimento di pilastri nell’osso della mascella o della mandibola che dopo essersi integrati con l’osso stesso, potranno ospitare dei denti artificiali. Le protesi, non vengono più ancorate ai denti naturali adiacenti,come si faceva una volta ricorrendo ai “ponti mobili”,ma solo ai pilastri. Di conseguenza tale tecnica è caratterizzata da minore invasività. Gli impianti possono servire a sostituire: un dente singolo (corona su impianto), un gruppo di denti (ponte su impianti) oppure possono esser impiegati per stabilizzare una protesi totale (overdenture).Il materiale che di solito viene utilizzato per gli impianti dentali è il titanio, che non è biocompatibile, mentre invece noi utilizziamo leghe nobili bioinerti (secondo il protocollo TTSVGEL), quindi che non innesca il fenomeno del rigetto da parte del corpo umano perché è bioinerte, ossia consente il contatto diretto osso-impianto senza possibili attività bioelettriche elettrogalvaniche.

In Italia di implantologia si occupa l’operatore specializzato, che in base al modello di impianto da inserire effettuerà un intervento chirurgico in un’unica sessione oppure in due. Nel primo caso, si lascerà al di fuori della gengiva parte dell’ impianto per poterlo poi connettere al dente. Nel secondo caso, invece, si effettuerà la seconda operazione dopo 3-6 mesi, a seconda della posizione degli impianti e della qualità dell’osso. Il secondo mini-intervento prevede una piccola incisione gengivale per riportare “ a galla” l’impianto precedentemente sepolto e dopo un paio di settimane l’operatore procederà con la costruzione delle corone dentali definitive in ceramica.
Entrambi gli interventi avvengono in anestesia locale, con l’aggiunta di un blando sedativo e durano all’incirca 30 minuti.

L’implantologia ha indubbiamente numerosi vantaggi: permette di sostituire i denti mancanti in modo duraturo, conservando l’anatomia di ossa e gengive. Tuttavia, esistono delle controindicazioni a questo tipo di pratica odontoiatrica. L’Implantologia è sconsigliata a quei pazienti che non possiedono un’ottima igiene dentale domiciliare, oltre ovviamente a quei pazienti affetti da malattie sistemiche, diabete scompensato, patologie circolatorie o sottoposti a radioterapia. L’osteoporosi di per sé non è una controindicazione assoluta, perché di solito la mandibola viene risparmiata da questa affezione.

Gli interventi d’Implantologia hanno successo nel 96-97% dei casi, considerando come successo la perfetta integrazione dell’impianto nell’osso e la stabilità della protesi. In queste circostanze si può aspirare ad una durata dello impianto di 15- 20 anni.
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La nuova linea di impianti in lega

nobile resi bioinerti 

Un nuovo modo di protesizzare

12928255 10208769142735045 7862563169085348894 n

Impianti Bionic

confezionati in lega nobile e resi bioinerti attraverso il metodo termo cinetico

La nuova linea di impianti BIONIC IMPLANT nasce da una esigenza clinica molto sentita a livello internazionale e che solo il titolare del protocollo che ha precedentemente brevettato e utilizzato in campo protesico dentale ha reso possibile tale alternativa, la prevenzione a favore della salute in campo clinico implantologico e protesico.

bioinerzia

Successo professionale e tutela della salute

BIONIC IMPLANT è una nuova linea di impianti confezionati in lega nobile palladio argento e resi successivamente totalmente stabili bioinerti, privi di ogni attività che potrebbe interferire e nuocere non solo la salute biologica ma prevenire ogni forma di insuccesso soprattutto quando si rischia la propria professionalità ma anche quella dei propri collaboratori costruttori di manufatti protesici riabilitativi.

l'esigenza

La salute del paziente

La nuova linea di impianti BIONIC IMPLANT nasce da una esigenza clinica molto sentita a livello internazionale e che solo il titolare del protocollo che ha precedentemente brevettato e utilizzato in campo protesico dentale ha reso possibile tale alternativa, la prevenzione a favore della salute in campo clinico implantologico e protesico.

Clicca per scaricare il documento .pdf

 

Loading...

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Le correnti elettrogalvaniche orali e rilascio ionico di metalli pesanti, radicali liberi, interferenze e disfunzioni in attività biologiche.

Che cosa sono le correnti elettrogalvaniche orali? Iniziamo con l'affermare che gli unici materiali accusati di sviluppare correnti galvaniche sono tutti quei materiali costituiti da metalli, quindi parliamo delle classiche amalgame costituite al 50% da polveri metalliche e l'altro 50% di metallo liquido, il mercurio.

Poi ci sono le leghe metalliche classificate nobili e leghe non nobili stellitiche. La tossicità delle amalgame è causata dalla conducibilità e dal rilascio ionico degli elementi che le compongono e soprattutto dal mercurio. Le leghe metalliche in genere hanno molteplici reazioni e interferenze (si parla a tal proposito di un time out neurovegetativo), oltre a legami con numerose malattie immunologiche. Le leghe metalliche hanno una forte capacità di sviluppo e di contenimento elettrico, come anche una buona conducibilità ed elettroemissioni, particolarmente in caso di immersione in sostanze liquide e nei liquidi elettrolitici biologici come la saliva, il sangue ed il sudore.

L'elettrogalvanismo è legato a fenomeni di interferenza chimica, fattori del tutto naturali dipendenti dal processo stesso di realizzazione della lega metallica e dalle successive trasformazioni e lavorazioni per la costruzione di un qualsiasi oggetto o dispositivo sanitario. Le leghe metalliche si trovano così in uno stato di instabilità elettrochimica, per cui in presenza di liquidi elettrolitici regolati da un fattore acido pH, variano la propria attività elettrica e si verifica il rilascio di ioni (radicali liberi) in un certo quantitativo.

Qualsiasi elemento rilasciato sotto forma ionica è definito metallo pesante tossico, anche se alcuni di questi metalli sono più pericolosi, altri meno, sono comunque in grado di interferire con la normale fisiologia e determinare molteplici situazioni patologiche. Solo attraverso l’uso di leghe nobili esenti da rame, nichel, cadmio, ferro, e costituite esclusivamente da una lega di palladio e argento, trattata mediante il protocollo TTSVGEL, è possibile ottenere leghe stabilizzate e totalmente bioinerti a vita.

Loading...

OdontotecnicaNaturale è un network che unisce gli operatori del settore dentale sensibili al tema della biocompatibilità e fornisce una sorta di marchio di qualità a quelli che tra loro utilizzino materiali rispettosi della salute del paziente. OdontotecnicaNaturale

è un network che unisce gli operatori del settore dentale sensibili al tema della biocompatibilità e fornisce una sorta di marchio di qualità a quelli che tra loro utilizzino materiali rispettosi della salute del paziente.

Biomateriali e Biocompatibilità, Bioinertizzati solo se confezionati in lega nobile attraverso il protocollo TTSVGEL

Per le sue caratteristiche chimiche e per l'azione che esso svolge il protocollo TTSVGEL è applicato esclusivamente su leghe nobili e preziose. Non è concepito per l'utilizzo su leghe che contengano elementi come il rame, il ferro, il cobalto.

Il protocollo si applica con successo sui dispositivi protesici grazie alle seguenti peculiarità positive:

1) Stabilità elettrochimica atomica della lega con tutti i suoi elementi di composizione;
2) Stabilità nel cuore a livello elettronico del nucleo centrale di ogni elemento di composizione, nel senso che, attribuisce una inerzia totale a livello elettronico e di tutti gli altri elementi di composizione atomica, una tranquillità totale; Il tutto previene non solo il mancato effetto elettrogalvanico ma, soprattutto inibisce la reazione di ossidazione;
3) Stabilità e precisione al manufatto, dall'inizio all'infinito;
4) Rapporto diretto tra struttura metallica e rivestimento;
5) Sinterizzazione completa per ogni tipo di rivestimento.

Oltre a tutti i vantaggi tecnici, ci sono vantaggi a livello di integrazione biologica con tutti vantaggi che ne conseguono in relazione a fenomeni patologici e autoimmuni. Un altro vantaggio molto importante è quello delle responsabilità civile e penale nel momento in cui si rilascia un certificato di conformità
Qualsiasi consulenza tecnica metallurgica e di supporto mediante può essere effettuata telefonicamente anche attraverso video con skype rosario.muto1

Il mio stato